Come scegliere un buon ionizzatore aria




Come scegliere un buon ionizzatore aria
3.9 23 voti

ionizzatore migliore

Sul mercato esistono moltissimi modelli di ionizzatori, dalle funzioni più varie; anche i prezzi variano in base alle loro caratteristiche, e talvolta può essere difficile fare la scelta giusta per la propria casa. Innanzitutto, il primo problema che dovrete porvi è quello del volume della stanza o delle stanze in cui volete purificare l’aria: esistono infatti ionizzatori più piccoli, in grado di purificare l’aria di una sola stanza, e ionizzatori più grandi in grado di purificare l’aria di un’intera casa oppure di un grande ambiente open space. Un altro aspetto importante è quello del rumore: sebbene quasi tutti gli ionizzatori sul mercato siano abbastanza silenziosi, esistono modelli che non fanno praticamente alcun rumore; nel caso vogliate tenere acceso il vostro ionizzatore durante la notte, in camera da letto, questo sarà un aspetto importante sul quale potrete basare la vostra scelta. Sempre per lo stesso motivo, uno ionizzatore senza luce a LED potrebbe essere più adeguato per la camera da letto.

Un altro aspetto che differenzia i vari modelli di ionizzatori è la presenza di un filtro: dal momento che gli ionizzatori funzionano facendo precipitare a terra le particelle inquinanti, infatti, spesso si corre il rischio di sporcare in modo eccessivo la stanza, facendo depositare la polvere e le altre sostanze inquinanti sui tavoli e sulle altre superfici, pronte a essere nuovamente sollevate non appena vi accingerete a pulire. Per questo motivo, dunque, uno ionizzatore con filtro è generalmente preferibile rispetto a uno senza. Gli altri due aspetti da considerare sono il consumo e la funzionalità: sebbene gli ionizzatori non siano generalmente dispositivi con una potenza molto elevata, fate attenzione a scegliere quello dal consumo minore e che sia comunque adatto alla vostra casa. Analogamente, in base alle vostre esigenze potrete scegliere un apparecchio multifunzione, che ad esempio coniughi le funzioni dello ionizzatore con quello dell’umidificatore.

 

Va bene un semplice purificatore d’aria?

Ma qual è la reale differenza tra uno ionizzatore e un normale purificatore dell’aria? Entrambi gli apparecchi purificano l’aria, ma con meccanismi diversi; il purificatore infatti si limita a fare passare l’aria attraverso un filtro, che trattiene le particelle inquinanti. Lo ionizzatore invece fa in modo che le particelle inquinanti si depositino sulle superfici. Anche se da questo punto di vista il purificatore sembra un’opzione migliore, tenendo conto della necessità di sostituire regolarmente il filtro, bisogna però ricordare che l’azione dello ionizzatore non si imita alla pulizia dell’aria: gli ionizzatori infatti aumentano la concentrazione di ioni negativi nell’aria, ed è stato dimostrato scientificamente come un’elevata concentrazione di ioni negativi nell’aria sia legata a una diminuzione dei sintomi derivanti da allergia e asma bronchiale. Se, dunque, il vostro obiettivo è esclusivamente quello di purificare l’aria, andrà benissimo anche un purificatore; se invece soffrite di asma o allergie e desiderate trovare un dispositivo che possa aiutarvi ad alleviare i vostri sintomi, quello che fa per voi è uno ionizzatore.

 

Quale compro?

Se avete bisogno di depurare l’aria in un ambiente piccolo e magari poco ventilato, come ad esempio un bagno oppure la cucina, questo ionizzatore di Fapi Domotica è l’apparecchio che fa per voi. Si tratta di uno ionizzatore dal design minimale, dotato di una luce a led sul davanti, che si inserisce direttamente nella presa di corrente.



ionizzatore che consuma pocoQuesto modello garantisce un’uscita di ioni negativi di circa 1000 ioni per centimetro cubo, contemporaneamente mantenendo un bassissimo livello di uscita di ozono, che ha un massimale di 0,03 ppm (parti per milione).

La presenza della luce LED, con una durata fino a 100.000 ore, lo rende però poco adatto all’utilizzo in camera da letto. Il consumo invece è estremamente irrisorio, essendo soltanto di 2 watt: ciò significa che per consumare un Kilowatt deve rimanere acceso ben 500 ore. Essendo indicato per piccoli ambienti, naturalmente le sue prestazioni non saranno altrettanto soddisfacenti se utilizzato in un grande salone o in un ambiente open space.

 

 

Se invece desiderate un prodotto Made in Italy, adatto anche a stanze più grande, il vostro ionizzatore ideale è lo Ionizzatore d’Aria della Beghelli (vedi foto e prezzo). Si tratta di uno ionizzatore che aspira l’aria attraverso una ventola, avendo una portata di mezzo metro cubo d’aria al minuto; ciò significa che in un’ora riesce ad aspirare e ionizzare 30 metri cubi d’aria, corrispondenti all’incirca a quelli presenti in una stanza dalle dimensioni di 4 x 3 metri. Anche in questo caso si t ratta di un prodotto estremamente silenzioso e dal ridottissimo consumo energetico: la potenza indicata è infatti di 5 watt,, permettendovi di tenerlo acceso giorno e notte senza alcun effetto sulla vostra bolletta.

 

Chi invece ha la necessità di purificare l’aria in ambienti più grandi e desidera un prodotto più tecnologico potrà provare lo Ionizzatore d’Aria 4-in-1 Grenoble: si tratta di uno ionizzatore adatto per ambienti fino a 40 metri quadri di superficie, dotato di telecomando, silenzioso e a basso consumo energetico.

ionizzatore Grenoble

Grazie al telecomando potete attivare le diverse modalità d’uso del dispositivo, con tre livelli variabili di velocità e un timer regolabile fino a 12 ore. Questo ionizzatore include anche una serie di filtri, da sostituire regolarmente, che garantiscono le migliori prestazione possibili: sono infatti presenti un pre-filtro, un filtro HEPA ideale per chi soffre di allergie, un filtro freddo catalizzatore e infine un filtro a carbone. È inoltre estremamente silenzioso: con le sue emissioni sonore inferiori a 30 decibel, infatti, potrete tranquillamente utilizzarlo anche durante la notte. Con i suoi 5,6 kg di peso, questo ionizzatore è ben più pesante e meno trasportabile dei modelli visti fino ad ora, ma risulta essere uno strumento versatile e adatto a coloro per cui la necessità di filtrare l’aria è una questione di salute.

 

Chi vive in un ambiente molto umido e ha bisogno di un prodotto polifunzionale potrà invece scegliere il deumidificatore e ionizzatore integrato Aria Dry Light di De Longhi: si tratta di un dispositivo che unisce la funzione del deumidificatore, con una capacità di 18 litri e una tanica da due litri, a quella dello ionizzatore, che può essere attivata o disattivata tramite un pulsante.

deumidificatore ionizzatore De Longhi

Questo deumidificatore è adatto per ambienti con superficie fino a 30 metri quadri, rendendolo così adatto anche per i saloni e le camere da letto più grandi. Rispetto a un semplice ionizzatore, però, bisogna tenere conto che un deumidificatore è generalmente più rumoroso, meno silenzioso e consuma più energia elettrica; si tratta comunque di uno strumento particolarmente adatto per coloro che vivono in climi umidi.

 

Depuratori con ionizzatore: i prezzi ->>

 



Ti potrebbero interessare...