Condensa dopo il cambio degli infissi




Condensa dopo il cambio degli infissi
4.1 10 voti

condensa finestre di casa

 

Molti di voi hanno sicuramente da pochi anni cambiato gli infissi di casa per sostituirli con dei prodotti nuovi in grado di ottimizzare meglio il riscaldamento dell’abitazione.

La casa, infatti, risulta essere meglio isolata dall’esterno grazie ai nuovi infissi, perché sono più ermetici e permettono di mantenere il calore all’interno.

Tuttavia avrete notato che dopo aver realizzato questo cambiamento in casa è improvvisamente comparsa molta più condensa sulle finestre e in certi casi si è formata della muffa.

Gli infissi molto più ermetici sono una delle cause di questi fenomeni, in quanto, proprio come succede per il calore, purtroppo anche l’umidità che si crea in casa con le normali attività domestiche non potrà uscire.

 

Perché si forma la condensa?

L’aria calda della casa mantiene bene l’umidità, che si trasforma in acqua in corrispondenza delle finestre che sono più fredde. Proprio qui si forma la condensa, che crea a sua volta l’ambiente ideale per la formazione di muffa.

Se constatate di avere della condensa, prima che cominci a formarsi la muffa, potete ricorrere a diverse soluzioni e accortezze.

La prima soluzione è arieggiare frequentemente le stanze, per esempio al mattino per almeno due o tre minuti, in modo da cambiare l’aria in tutta la casa.

L’operazione deve essere ripetuta più volte al giorno per pochi minuti, senza lasciare troppo tempo spalancate le finestre per evitare di raffreddare troppo la casa annullando tutti i benefici degli infissi nuovi.

Dopo una doccia è meglio arieggiare il bagno, ma mantenendo la porta chiusa, per evitare che i vapore si sposti nel resto della casa.

Inoltre sarebbe meglio non stendere i panni all’interno della casa e mantenere i mobili e gli armadi leggermente staccati dalle pareti, in modo che l’aria possa facilmente circolare anche sul retro.

Un’altra possibilità, meno economica, è installare una VMC, Ventilazione Meccanica Controllata. Si tratta di apparecchiature che cambiano l’aria interna con quella esterna in modo controllato e continuo, trattenendo all’interno il calore della casa.

 
 

Recuperatore di calore monostanza – ventilazione meccanica controllata

Come vi abbiamo accennato ci sono molte piccole accortezze che si possono mettere in pratica per limitare la quantità di umidità che si forma in casa, ma non sempre è possibile realizzarle tutte.

Cosa potete fare infatti, se siete fuori casa tutto il giorno, ad arieggiare più volte le stanze?
Oppure come può asciugare il bucato d’inverno al di fuori della nostra abitazione?

Come potete evitare l’accumulo di vapori mentre cucinate senza tenere la finestra aperta? Ci sono casi infatti in cui è necessario un aiuto in più per ottenere il risultato che si vorrebbe: la ventilazione meccanica controllata permette di svolgere il cambio d’aria al posto vostro senza che dobbiate ricordarvi ogni giorno di aprire le finestre.

Si tratta di un investimento per la casa che vi farà mantenere all’interno dell’abitazione il calore che avete pagato; inoltre si possono trovare su Amazon prodotti molto convenienti e pratici da installare nelle stanze.

Per esempio il recuperatore di calore REC.HRV è un’ottima soluzione perché permette di arieggiare mantenendo all’interno il calore durante la fase in cui estrae l’aria, grazie ad uno scambiatore.

eliminare condensa in una stanza
 

Lo scambiatore permette infatti di prelevare il calore dall’aria in uscita dall’abitazione e con questo scaldare l’aria in entrata: l’aria in entrata sarà quindi a una temperatura poco inferiore rispetto a quella della stanza.

Quando aprite le finestre, invece, l’aria che entra si trova alla temperatura dell’ambiente esterno e raffredda velocemente la casa.

I materiali con cui è costruito il recuperatore di calore sono di ottima qualità e attentamente studiati: l’alluminio che costituisce la struttura è infatti un materiale dotato di elevata conducibilità termica e permette che lo scambio di calore avvenga con elevata efficienza.

Il prodotto è inoltre perfettamente impermeabile e non permette l’entrata di acqua in casa durante le piogge; la velocità di aerazione, inoltre, è controllabile.

É consigliabile installare un recuperatore di calore di questo tipo in ogni stanza, in quanto è progettato per svolgere adeguatamente il suo compito in un singolo locale.

In alternativa potete scegliere di installarlo solo nelle stanze in cui si ha maggiore produzione di umidità, come il bagno, la cucina e la stanza del bucato.

 
 



Ti potrebbero interessare...